CAFFE’ ESPRESSO

19 novembre 2020 - Vaccini e aumento dei contagi ...

Stabilità sui principali tassi di interesse. L' ottimismo sugli sviluppi di un vaccino contro il Covid è controbilanciato dal continuo diffondersi della pandemia. Si riflette anche sulle difficoltà e le tempistiche di una vaccinazione di massa: c’è il rischio che la diplomazia dei vaccini possa mettere un Paese contro l’altro e c’è poi il jolly: quante persone rifiuteranno di essere vaccinate quando gli verrà offerto? Insomma il 2021 avrà le sue belle sfide da superare su quel fronte: speriamo che il 21 mantenga la sua fama di numero fortunato (la somma dei numeri sulle facce dei dadi è 21, 21 è l’età di accesso ai casinò negli Usa ed è il numero vincente in molti giochi di carte come blackjack …).

Tornando all’oggi si constata ancora una volta la volontà delle banche centrali di mantenere molto bassa la volatilità (ci stanno riuscendo con il Vix- indice di volatilità ai minimi degli ultimi mesi). Nelle ultime sedute Lagarde e Powell hanno ribadito il sostegno all’economia e oggi il dato sull’inflazione eurozona dimostra che la dinamica dei prezzi resta molto debole pur in presenza degli straordinari stimoli monetari. L'inflazione annuale per la zona euro in ottobre è negativa per il terzo mese consecutivo, toccando i minimi di quattro anni a causa del calo dell'8% dei prezzi energetici su base annuale. I prezzi al consumo nei 19 Paesi della zona euro a ottobre sono avanzati dello 0,2% su base mensile, calando invece dello 0,3% su anno. La contrazione è identica a quella rilevata a settembre e in linea con le stime preliminari di inizio novembre. I prezzi di alimenti, alcol e tabacco sono aumentati dello 0,38%, secondo Eurostat, mentre i servizi hanno strappato un rialzo dello 0,19%. Tuttavia, il calo annuale dell'8,2% dei prezzi energetici ha sottratto lo 0,81% dalla rilevazione finale. Al netto delle componenti più volatili come energia e alimentare (core inflation), i prezzi sono aumentati dello 0,1% su base mensile e dello 0,4% su base annuale. La Bce punta a mantenere l'inflazione vicina ma inferiore alla soglia del 2%, nel medio termine. In Germania e in Italia, rispettivamente la prima e la terza maggiore economia del blocco, l'inflazione è negativa. In Francia, la seconda maggiore economia, è avanzata solo dello 0,1%.

Occhi su tre interventi della presidente Christine Lagarde in agenda nel corso della giornata. Mentre cresce l'attesa del mercato per il meeting di dicembre, da cui dovrebbero arrivare ulteriori misure di stimolo per sostenere un'economia sempre più provata dalla crisi Covid.

La Commissione raccomanda che la spesa messa in campo dai governi della zona euro per la ripresa post-Covid sia temporanea e mirata. Nelle raccomandazioni formali che saranno approvate dai ministri delle Finanze, Bruxelles ha messo in guardia una serie di Paesi, tra cui l'Italia, sulla sostenibilità fiscale a medio termine.

Occhi puntati sulle nuove richieste settimanali di sussidi, con attese per un lieve calo a 707.000, alla ricerca di indicazioni sullo stato dell'economia americana dopo vendite al dettaglio deboli a ottobre e il dato sui nuovi cantieri in aumento invece nello stesso mese oltre le attese. Intanto il presidente di Fed New York, John Williams, ha detto che una rapida diffusione del Covid potrebbe danneggiare l'economia, mentre milioni di americani rischiano di perdere i sussidi di disoccupazione a fine dicembre. Il bilancio dei morti nel Paese ha superato quota 250.000.

I leader europei chiederanno alla Commissione di pubblicare piani per affrontare la situazione in caso i negoziati commerciali con Londra non producessero un accordo prima del 1 gennaio, ha scritto il Times.

La Cina taglierà i dazi ed espanderà le importazioni di merci e servizi di alta qualità, ha detto il presidente Xi Jinping, mentre il Paese è impegnato su una serie di riforme e su un modello di crescita incentrato sull'innovazione.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.