CAFFE’ ESPRESSO

17 novembre 2020 - Bce continuerà a sostenere l'economia anche con l'introduzione dei vaccini.

Giornata positiva per l’obbligazionario europeo in un clima di ottimismo legato alle speranze sui vaccini e all’accordo commerciale in Asia anche se sullo sfondo restano i timori per la pandemia.

Quindici Paesi dell’Asia-Pacifico, tra cui Cina, Giappone e Corea del Sud hanno firmato uno storico accordo commerciale finalizzato ad abbassare i dazi. Gli investitori continuano intanto a soppesare le news incoraggianti sul contrasto alla pandemia e i numeri dei contagi che restano molto preoccupanti. Lieve rientro per i rendimenti europei mentre stanno salendo leggermente quelli americani. Quelli europei continuano ad essere sostenuti dalle aspettative di nuovi interventi Bce: un membro del board ha affermato che la Bce dovrebbe aumentare ulteriormente l'allentamento monetario al fine di evitare potenziali problemi di frammentazione del mercato alla luce del peggioramento dell'outlook sia dell'attività economica sia dell'inflazione. Con la zona euro che potrebbe tornare in recessione già questo trimestre, la Bce ha già annunciato che fornirà ulteriore stimolo a dicembre, molto probabilmente attraverso il programma di emergenza pandemica di acquisto di titoli e tramite prestiti più favorevoli al settore bancario. Sul fronte americano invece gli investitori ritengono che la prospettiva di una soluzione al coronavirus attraverso i vaccini potrebbe indurre la Fed a frenare il suo progetto di nuovi stimoli. Ciò ha permesso anche un recupero del dollaro. Per ora l'incertezza legata al post-Brexit, con la sterlina ancora in ribasso, non impatta su altri asset.

A sostenere il tono dei governativi italiani - che riescono a fare meglio del Bund in un contesto risk-on - è soprattutto l'attesa che la Bce continuerà a fornire supporto monetario per tutto il 2021, anche nel caso in cui un vaccino dovesse arrivare in corso d'anno, un'evenienza che i prezzi peraltro già scontano in gran parte.

Interventi da parte di alti esponenti dell'Eurotower, in particolare quelli della numero uno Christine Lagarde e del vicepresidente Luis de Guindos nel pomeriggio, mentre cresce l'aspettativa di un aumento della dotazione del Pepp e un'estensione del programma, oltre a una nuova serie di operazioni Tltro già in occasione dell'appuntamento di dicembre.

Mentre la Ue è in trattative con diverse case farmaceutiche per acquistare milioni di dosi di vaccini la cui sperimentazione sta dimostrando un'efficacia migliore del previsto, Ungheria e Polonia hanno bloccato ieri l'adozione del bilancio 2021-2027 e del Recovery fund da parte dei governi del blocco poiché include una clausola che rende i finanziamenti subordinati all'adesione allo stato di diritto.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.