CAFFE’ ESPRESSO

8 maggio 2024 - Qualche tensione sui Btp.

La performance meno brillante del previsto mostrata dal BTP Valore, secondo alcuni operatori, ha contribuito a innescare ieri flussi di vendita sul secondario italiano, con lo spread sul Bund che ha allargato brevemente fino a 136 punti base, massimo dal 26 aprile. Per oggi i riferimenti in avvio saranno 133 punti base e 3,76%.

La carta italiana ha visto un andamento meno tonico rispetto al resto dell'obbligazionario europeo i cui rendimenti hanno registrato una flessione per la quarta seduta consecutiva, in un mercato che ha irrobustito le scommesse sull'allentamento di Fed e Bce. Ieri però un banchiere centrale Usa ha detto che i tassi potrebbero non subire modifiche per un periodo prolungato, forse per tutto l'anno.

 

Il governatore BoJ ha detto che l'istituto centrale potrebbe intervenire sulla politica monetaria se la debolezza dello yen dovesse avere un impatto significativo sui prezzi, nel riferimento più esplicito ad oggi alla possibilità di un rialzo dei tassi di interesse per arginare il calo della valuta. Anche il ministro delle Finanze ha parlato di "forte preoccupazione" per gli effetti negativi derivanti da uno yen fragile, come l'aumento dei costi dell'import, ribadendo che Tokyo è pronta a intervenire.

 

In marzo la produzione industriale tedesca ha registrato una flessione dello 0,4% su mese, contro attese per -0,6%, dopo il +2,1% di febbraio. Gli ordini all'industria in Germania nel mese di marzo hanno segnato una flessione dello 0,4%, mancando nettamente le attese che erano per un rialzo dello 0,4% e segnalando la perdurante fase di debolezza della prima economia europea.

Il dollaro torna ad apprezzarsi mentre lo yen si indebolisce spingendo ancora le autorità giapponesi a parlare di un nuovo intervento.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.