CAFFE’ ESPRESSO

14 gennaio 2021 - Mercati sostenuti dalle dichiarazioni accomodanti di Fed e Bce e da Biden ...

La crisi politica italiana pesa quasi nulla sui mercati sostenuti dalle dichiarazioni accomodanti della Bce e della Fed oltre che dalle attese per un mega piano di stimolo Usa.

In mattinata, focus sul dato 2020 del Pil tedesco, con una flessione stimata al 5,1% dagli analisti. Dall'Ocse per l'Italia il leading indicator di dicembre che sarà da confrontare con una lettura a 98,9 del mese precedente. Oltreoceano nel primo pomeriggio, le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione ipotizzate in leggero calo a 780.000 da 787.000 della settimana precedente.

La Bce pubblica il resoconto dell'ultima riunione del consiglio del 10 dicembre, mentre il mercato continua a far conto sul sostegno della banca centrale, rincuorato dalle ultime dichiarazioni 'dovish' dei vertici. La presidente ha detto che se servirà un ampliamento, il programma degli acquisti Pepp verrà ricalibrato, ripetendo anche che monitora con attenzione l'impatto del forex sull'inflazione.

Si risolleva rispetto ai minimi da quasi tre anni l'indice del dollaro sulle principali controparti, grazie alla tensione sui rendimenti Usa che scontano un pacchetto di stimolo fiscale particolarmente espansivo da parte della nuova amministrazione Biden. Il presidente eletto dovrebbe illustrare oggi i dettagli di un piano di spesa del valore di 'migliaia di miliardi'. La maggioranza degli analisti prevede tuttavia che il dollaro torni presto alla tendenza correttiva.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.