CAFFE’ ESPRESSO

2 ottobre 2020 - Trump positivo al covid: future su Ws negativi

Future su Ws negativi per via della positività di Trump.

Nel vertice straordinario dei capi di Stato e di governo si è parlato ieri di politica estera e si torna oggi a discutere del Recovery Fund, tema su cui incombono al momento oltre alle rigidità dei 'frugali' anche il problema dello stato di diritto sollevato da Polonia e Ungheria.

Analisti e investitori guardano attentamente alla stima Eurostat sull'inflazione di settembre, specie alla luce delle ultimissime dichiarazioni -- in parte controverse -- da parte della stessa Bce. La mediana delle attese raccolte da Reuters scommette su una replica del deludente calo annuo di 0,2% già visto in agosto, accompagnata però da un'accelerazione del tasso 'core' al netto delle componenti più volatili.

In primissimo piano gli occupati mensili di settembre, di cui è previsto un incremento pari a 850.000 con un tasso di disoccupazione in calo a 8,2% da 8,4% di agosto. Si tratta di numeri particolarmente sensibili in vista del voto per i vertici della Casa Bianca del 3 novembre prossimo.

Nella notte la Camera degli Stati Uniti ha approvato il disegno di legge presentato dai Democratici che contiene aiuti per 2.200 miliardi di dollari. I Repubblicani, che sono in minoranza in questo ramo del Congresso, hanno votato ancora una volta contro un provvedimento che estende le misure di sostegno varate in aprile dopo l’accordo bipartisan: era già successo in maggio. Il disegno di legge non dovrebbe avere speranze di andare avanti, è molto probabile che si schianti al Senato, controllato dai Repubblicani.

Le letture finali dei Pmi manifatturieri arrivati da Germania, Francia e zona euro sostanzialmente confermano i numeri preliminari per settembre, con gli indici sopra 50. In Spagna l'indice si riporta sopra il livello che separa crescita e contrazione. Quanto all'Italia, il comparto manifattura risulta in crescita per il terzo mese consecutivo in settembre, a 53,2 da 53,1 di agosto, benché sotto le attese che lo davano a 53,5. Continua a crescere l'occupazione italiana pur restando al di sotto dei livelli pre-Covid, secondo i dati Istat relativi ad agosto, con il tasso di disoccupazione al 9,7% rispetto ad attese di 10,1%.

Un quadro macro Usa tutto sommato meno fosco delle attese in vista dell'ultimo pacchetto di stimolo fiscale. Tutto ciò influenza ben poco i tassi che salgono leggermente rispetto ai minimi delle ultime sedute. Per quanto riguarda il settore bancario monito dal presidente del consiglio di sorveglianza della Bce Andrea Enria che esorta le banche della zona euro a non rimandare gli accantonamenti a fronte dei prestiti che si sono deteriorati per la crisi del coronavirus, in modo da liberare i propri bilanci e sostenere la ripresa economica; prima saranno identificati gli Npl e saranno fatti accantonamenti, più veloce ed efficace sarà il processo di risoluzione e dismissione degli Npl, evitando dannosi effetti di ripercussione in futuro. Solo così il settore tornerà ad essere interessante opportunità d’investimento.

Etichette: Aritmatica, Caffé Espresso |

I commenti sono chiusi.